Blog

Permalink to Ascoltavo le maree

Ascoltavo le maree

Ascoltavo le maree

Guido Mattioni

ASCOLTAVO LE MAREE

Un “io narrante” italiano intimamente smarrito, ma in cerca di una nuova vita. Un’antica città americana del Vecchio Sud ospitale con i vivi e con i propri amati fantasmi. Una fioraia che adora le scarpe e venera il prossimo. Il culto dell’Amicizia e la religione del Ricordo. Un gatto pescatore che non si allontana mai dal suo molo né dai propri simili, animali dalla profonda saggezza. Un ricco eccentrico divenuto tassista per noia e psicologo per vocazione. Una statua che sa ascoltare e un vecchio afroamericano che si interroga sui grandi misteri della vita. Un sindaco rispettato, pur se senza municipio.  Con altri coloriti personaggi si incrociano su uno scenario dove il blu argentato di un grande fiume e delle maree oceaniche si fonde ogni sei ore con il verde di una Natura dalla struggente bellezza. E tutti, insieme, danno vita a una favola moderna e senza confini nella quale sogno e realtà si fondono. Il diario di viaggio intimo nell’anima di un uomo alla riscoperta di se stesso. Una struggente evocazione del dolore e la gioiosa affermazione della vita.

Una favola adulta che commuove e fa sorridere.

Mattioni_coverINK

Un romanzo che affronta il lutto e la rinascita, ambientato e in fondo anche dedicato a un “altrove da Milano”, nel Vecchio Sud degli Stati Uniti, a Savannah, storica e bellissima cittadina costiera della Georgia. Qui il protagonista del romanzo fa ritorno dopo la perdita della moglie Nina, per cercare di ritrovare se stesso in un luogo che avevano amato e conosciuto profondamente in due, nel corso di innumerevoli viaggi e durante lunghi e spensierati soggiorni in casa dei tanti loro amici locali. Savannah non è però solo la cornice della storia, ma fin dalle prime pagine è una protagonista vera insieme alle “altre donne” dell’autore, compresa Madre Natura. Un romanzo intimamente femminile, in cui scopriamo un’America lontana e vicina, che sa offrire risposte a domande nate in un altrove da cui non si può fuggire. Dall’edizione digitale a quella cartacea: il libro è uscito prima in ebook in lingua inglese con grande successo di vendita e critica negli Stati Uniti. Finalista (unico libro italiano su mille partecipanti) sia ai Global eBook Awards 2012 di Santa Barbara, California, sia agli USA Best Book Awards 2012 di Los Angeles. In edizione originale è stato adottato come libro di lettura e di esercitazione dal Dipartimento di Lingue Moderne e Classiche della Georgia State University.

 

Ascoltavo le maree è innanzitutto una storia tragicamente bella. Per uno strizzacervelli potrebbe essere il diario di una lenta elaborazione del lutto. Per il critico letterario il romanzo di formazione a una seconda maturità. Per me resta un’affabulazione, fantastica e da manuale insieme, su come ognuno di noi possa riemergere scoprendo la preziosità delle piccole cose senza seppellire il ricordo di quello che si è stati. E ritrovando, nella curiosità per gli altri, se stessi.

(Toni Capuozzo, vicedirettore TG5 e conduttore di “Terra!”)

 

Guido Mattioni è nato a Udine nel 1952, vive a Milano dal 1978 e dal 1998 è cittadino onorario di Savannah, in Georgia, la località americana dove ha ambientato questo romanzo. Da giornalista ha ricoperto quasi tutti i ruoli professionali: cronista e caporedattore, vicedirettore e inviato speciale. Se potesse rinascere, vorrebbe fare lo chef. È sposato con Maria Rosa, medico oncologo. Questo è il suo primo romanzo.

ACQUISTALO ON LINE

CODICE ISBN: 978-88-97879-05-3

FORMATO: 14 X 21

CONFEZIONE: brossura con risvolti

PAGINE: 216

PRIMA EDIZIONE: Marzo 2013

PREZZO: € 14,00


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *